Da oltre 40 anni, sempre in movimento.

Patenti e documenti di guida: ecco le proroghe introdotte dal nuovo decreto del Ministero dei Traporti

Una nuova circolare e un nuovo decreto dirigenziale arriva dal Ministero dei Trasporti. Le modifiche relative ai documenti di guida e a quelli legati al suo conseguimento sono dovute, in particolare, a due fattori:

 

  1. la conversione in legge del cosiddetto Decreto Rilancio, che aveva previsto la proroga fino al 31 dicembre dei documenti d'identità scaduti a partire dal 31 gennaio 2020;

 

  1. la proroga dello stato di emergenza al 15 ottobre 2020, stabilita dal governo il 29 luglio scorso.

Ma vediamo insieme quali sono le novità relative alle patenti di guida, ai permessi provvisori e ai vari documenti a questi annessi, introdotte dal Ministero dei trasporti.

 

Le proroghe previste per la patente di guida  

La prima novità introdotta dal nuovo Decreto è la proroga delle patenti in scadenza tra il 1 settembre e il 31 dicembre 2020 fino al 31 dicembre 2020.

Tale proroga si aggiunge a quella stabilita a marzo con il cosiddetto decreto Cura Italia e va coordinata con il regolamento europeo 2020/698 che ha protratto di sette mesi la validità dei documenti in scadenza tra il 1 febbraio e il 1 agosto 2020.

 

In sintesi, possiamo riassumere la situazione nel seguente modo:

  • Scadenza della patente tra il 31 gennaio e il 31 maggio 2020: proroga validità fino al 31 dicembre 2020;
  • Scadenza del documento di guida tra il 1 giugno e il 31 agosto: proroga della validita di sette mesi dalla data di scadenza prevista;
  • Scadenza della patente tra il 1 settembre e il 31 dicembre: proroga della validità fino al 31 dicembre 2020.

Per quanto riguarda la circolazione al di fuori dei confini nazionali si fa riferimento esclusivamente al regolamento Ue 2020/698.

Secondo tale regolamento, la validità delle patenti scadute tra il 1 febbraio e il 31 agosto 2020 è prorogata di sette mesi dalla data di scadenza indicata sul documento di guida.

Se, ad esempio, la nostra patente dovesse essere scaduta lo scorso 3 aprile, il nostro documento di guida potrà comunque considerarsi valido fino al 3 novembre di quest’anno.

E’ importante sottolineare che le patenti scadute PRIMA DEL 31 gennaio NON sono soggette ad alcuna proroga e, quindi, in assenza di rinnovo, non è possibile guidare in alcun caso.

 

Le novità sui permessi provvisori di guida 

In base alle nuove disposizioni, i permessi provvisori di guida in scadenza tra il 31 gennaio 2020 e il 31 luglio 2020 conservano la loro validità fino al 13 gennaio 2021. 

Questi sono rilasciati dalla Motorizzazione civile ai titolari di patente non ancora scaduta che prenotano la visita di conferma della validità in una commissione medica locale.

 

Proroga della validità del foglio rosa

Sappiamo che, di norma, il permesso a esercitarsi alla guida ha una validità di sei mesi. Entro questa scadenza è possibile ripetere una sola volta l’esame di guida.

Tra le novità introdotte dal nuovo Decreto del Ministero dei Trasporti per affrontare l’emergenza Covid, vi è la proroga, fino al 13 gennaio 2021, dei fogli rosa che hanno scadenza compresa tra il 31 gennaio e il 28 ottobre 2020.

 

Le novità relative all’esame di guida 

Per la richiesta di una nuova autorizzazione a esercitarsi alla guida non si tiene conto del periodo compreso tra il 31 gennaio 2020 e il 28 ottobre 2020.

In questo modo, i candidati che ne hanno titolo e con un "foglio rosa" scaduto tra il 31 gennaio 2020 e il 28 ottobre 2020, hanno due mesi a decorrere dal 29 ottobre 2020 per richiedere il riporto dell'esame di teoria.  

 

La validità del certificato medico del candidato

I certificati medici in bollo da 16 euro, con fotografia del candidato, devono essere rilasciati massimo 3 mesi prima dalla data di presentazione della domanda di conseguimento della patente.

In questo caso, i certificati scaduti tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020 conservano la loro validità fino al 13 gennaio 2021.

 

Seguici su Facebook.