Da oltre 40 anni, sempre in movimento.

La Grand Cherokee plug-in hybrid finalmente è qui!

L’ultima generazione di Grand Cherokee in versione plug-in hybrid è arrivata in Europa. La storia parla di un fuoristrada divenuto SUV solo nel tempo.

Grand Cherokee, dagli albori fino alla quinta generazione

La storia del Grand Cherokee ha inizio nel 1992. Questa vettura ha condiviso (fino al 2010) il ruolo di ammiraglia della casa automobilistica statunitense insieme al Jeep Commander, poi uscito fuori produzione. Agli albori fu subito un successo. La versione Zj del Grand Cherokee vinse il titolo “Truck of the year” (correva l’anno 1993).

La seconda generazione venne introdotta sul mercato a partire dal 1998 (sigla Wj), disponibile con un motore da 4,7 litri V8 Powertech da 245 Cv ed uno 3,1 turbo diesel 5 cilindri in linea. Bisognerà aspettare il 2004 per il restyling e l’avvio in produzione della terza generazione: la Wk.

L’anno 2009/2010 segna un passaggio cruciale nella storia di Jeep, con la partecipazione Fiat al controllo dei capitali della società in cambio di know how, tecnologia e pianificazione delle strategie. Il modello della quarta generazione era rimasto in cantiere sin dal 2009. Verrà poi lanciato (a cambio di dirigenza effettuato) l’anno successivo. La quinta generazione di Grand Cherokee ha visto la luce giusto lo scorso anno. Stiamo parlando di un SUV di grandi dimensioni migliorato in molte sue caratteristiche e notevolmente arricchito; il motore è un Pentastar V6 da 3,6 litri che eroga 290 Cv e gli interni offrono più di 110 sistemi di sicurezza attiva e passiva. Quest’anno siamo qui a celebrare il Grand Cherokee nella sua versione plug-in hybrid, una vettura arrivata sul mercato per appagare i sensi dei guidatori più esigenti.

Ecco la plug-in hybrid Exclusive Launch Edition

La nuova Grand Cherokee ha finalmente fatto la sua apparizione in Italia. Non le manca davvero nulla essendo una versione full optional. Per quanto riguarda il look esterno, presenta cerchi in lega da 21” e tetto in nero lucido da abbinare alle colorazioni nero, bianco, rosso e grigio.

Gli interni richiamano ad una concezione di lusso e comfort senza eguali, grazie alle parti in legno di noce e ai rivestimenti delle portiere in pelle “Palermo”.

I sedili anteriori sono regolabili in 16 posizioni differenti. Presentano le funzioni massaggio e riscaldamento che si applica anche al divano posteriore. Sono presenti tre display interattivi: uno per il cruscotto, l’infotainment a centro plancia e un altro per il passeggero anteriore. Una vera chicca è il sistema audio da 950 watt che presenta ben 19 altoparlanti. Così si ricrea un’atmosfera ideale, anche grazie alle luci LED ambiente regolabili in 5 colori.

Il Grand Cherokee offre prestazioni all’avanguardia anche per quanto riguarda la sicurezza con l’Active driving assist per la guida autonoma di livello 2, lo specchietto interno digitale e il park assist. Il sistema di connettività è di ultima generazione. Unito all’app Jeep permette di monitorare il veicolo da remoto e di verificare le scadenze inerenti la manutenzione.

Grand Cherokee plug-in hybrid è già ordinabile in concessionaria.

Contattaci per avere ulteriori informazioni.