Da oltre 40 anni, sempre in movimento.

PHEV, MHEV, BEV e Full Hybrid: la differenza tra auto ibride ed elettriche

Che differenza c’è tra plug in hybrid, mild hybrid, full hybrid ed elettrico? Quando si parla di auto ibride e quando, invece, di auto elettriche?

Spesso la confusione nel settore motori è molta. Cerchiamo, allora, di fare chiarezza.

La differenza tra ibrido ed elettrico

La distinzione tra auto ibride e auto elettriche si basa in primo luogo sulla motorizzazione:

  • l’auto ibrida è dotata di due motori: uno elettrico e uno tradizionale. Il primo è in grado di immagazzinare energia in frenata o in decelerazione, compensando le carenze di quello termico. Il secondo è solitamente a benzina, ma in alcuni casi può essere anche a diesel;

  • l’auto elettrica è dotata di un solo motore alimentato a batteria. A differenza delle ibride, le auto elettriche non sono supportate da nessun motore a combustione interna.

Oltre al sistema di propulsione e alla ricarica, un’ulteriore differenza tra ibrido ed elettrico riguarda le emissioni nocive e l’impatto ambientale.

L’auto elettrica, non presentando alcun motore termico a combustione, è sicuramente meno nociva in termini di ambientali e più ecologica rispetto a qualsiasi altra tipologia di veicolo a motore.

PHEV e MHEV: le auto ibride

Le principali tecnologie che caratterizzano le auto ibride sono due:

  • PHEV (Plug in Hybrid Electric Vehicle). Questi veicoli sono composti dall’interazione tra un motore elettrico e uno endotermico.

    Possono percorrere alcune decine di chilometri in modalità esclusivamente elettrica e, per essere ricaricate, possono essere collegate a una rete domestica o pubblica. Come le vetture con tecnologia MHEV, le ibride Plug In possono godere di agevolazioni quali esenzione dal bollo o transito nelle zone a traffico limitato;

  • MHEV (Mild Hybrid Electric Vehicle). La parte elettrica di questi veicoli supporta il motore a combustione, migliorando consumi e prestazioni della vettura.

    I veicoli MHEV sono in grado di recuperare energia in fase di frenata e di decelerazione e non sono dotati, dunque, di una presa di corrente da collegare alle stazioni di ricarica.

    Nei motori MHEV il sistema elettrico non è in grado, da solo, di muovere la vettura. Le automobili con sistema MHEV sono comunque considerate auto ibride. Per questo, possono godere dei vantaggi che ne conseguono, come l’accesso alla ZTL e (in alcune regioni) l’esenzione dal bollo.

BEV: le auto elettriche

La sigla BEV sta per Battery Electric Vehicle e contraddistingue la auto interamente elettriche.

Le auto con tecnologia BEV sono alimentate da un unico motore a batteria.

Essendo assente un secondo motore a combustione, l’emissione di CO2 è pressoché assente nei veicoli elettrici.

Per lo stesso motivo, però, è assente anche il rumore quando il veicolo è in movimento. Pertanto, è d’obbligo per i costruttori dotare le auto elettriche di sistemi sonori che avvisino i pedoni dell’arrivo del veicolo.

Il full hybrid

Con il termine Full Hybrid si identificano le vetture ibride che hanno un motore termico “classico” affiancato a uno o più motori elettrici.

Questi ultimi non prevedono ricarica esterna, ma sono in grado di recuperare energia in fase di decelerazione e frenata dell'auto, senza essere collegate alla presa di ricarica.

A differenza del MHEV, il Full Hybrid permette alle ruote di essere mosse anche dal motore elettrico.

Le auto ibride possono, dunque, viaggiare anche in modalità puramente elettrica, percorrendo una certa distanza (più o meno lunga, a seconda del modello e della capacità della batteria) viaggiando a zero emissioni.

Scopri l’elettrico.

Eco Liri ti aspetta presso le sue sedi di Latina, Terracina, Tivoli e San Giorgio a Liri.

Seguici su Facebook.