Da oltre 40 anni, sempre in movimento.

Grande vittoria di Armando Pontone a Imola: primo e secondo posto per il centauro, che balza in vetta all'International Trophy

Armando Pontone chiude un weekend di gare praticamente perfetto interpretando al meglio il difficile tracciato dell'Autodromo Enzo e Dino Ferrari.
 
Dopo il secondo tempo ottenuto nelle prove, il pilota di Cassino si aggiudica la vittoria nella gara del Sabato e termina in seconda posizione quella della domenica con la sua Yamaha R6 del Team Bike e Motor.
 
Sabato pomeriggio Armando parte bene dalla seconda piazzola della prima fila e dopo aver superato Farinelli nei primi giri si lancia all'inseguimento del poleman Pusceddu che aveva guadagnato quasi 2 secondi di vantaggio sul resto del gruppo. Pontone si lancia al suo inseguimento e raggiunge Pusceddu al penultimo giro, quando, alla Variante Bassa, quest'ultimo scivola e Pontone è bravo a schivare la sua moto e a lanciarsi per un ultimo giro al comando in solitaria. Ultimo giro che però non riesce a concludere per via della bandiera rossa esposta dalla Direzione Gara, ma è comunque sua la vittoria. 
 
 
Diversa la gara di domenica mattina, dove, in partenza Armando Pontone viene superato da Tucci, Farinelli e Magnoni ed è costretto a battagliare con loro per tutta la prima metà della corsa. Una volta scrollatosi di dosso Farinelli e Magnoni, il pilota cassinate si lancia verso Tucci che era in seconda posizione alle spalle di Pusceddu, lo raggiunge a due giri dalla fine, grazie al Giro Veloce della gara, ed ingaggia un duello entusiasmante che riesce a vincere all'ultima Variante, tagliando il traguardo in seconda posizione.

 
Grazie a questi risultati Armando Pontone guida la classifica generale dell'International Trophy con 13 punti di vantaggio su Farinelli e 18 su Pusceddu.
 
ARMANDO PONTONE: "E' stato un weekend molto difficile ma i risultati ottenuti hanno ripagato ampiamente tutto il duro lavoro che il mio team Bike e Motor ed io abbiamo fatto. Sono veramente molto contento di aver ottenuto la prima vittoria di questa stagione, resa molto complicata dalla pandemia causata dal Covid-19 che ci ha costretto a saltare sessioni di test e che ha reso complicata anche la mia preparazione atletica. Sono soddisfatto di come ho condotto le due gare, Imola è una pista che mette in crisi freni e pneumatici ma noi siamo riusciti a trovare un buon set up della nostra R6.

Voglio ancora una volta ringraziare tutte le aziende che mi supportano e che continuano a credere in me. 
Un grazie speciale va, inoltre, all'avvocato Niccolò Rossi, il quale mi ha aiutato a coordinare tutto nonostante il lock down, ed i miei tifosi che purtroppo non potendo assistere alle gare stanno continuando a seguirmi da casa grazie alle dirette tv.  
Ora non resta che preparami al meglio per l'ultimo e decisivo Round di Vallelunga a metà ottobre dove punteremo alla vittoria del Campionato, cosa che non sarà affatto facile visto l'alto livello dei miei rivali ".